Print

Senza vergogna

Il Corriere della Sera dell’11 Aprile, a pag. 18: “1822 morti nelle RSA lombarde” (Sergio Brusaferro, direttore dell’Istituto superiore di sanità, nella conferenza stampa del 10 Aprile ). E, sullo stesso giornale, 6 pagine dopo: “Un’alleanza autentica tra strutture sanitarie private accreditate e ospedali pubblici ha permesso di arginare l’emergenza che così violentemente ha colpito la Lombardia.

Il modello sanitario lombardo ha mostrato tenuta, coesione e straordinaria reattività...” (pubblicità di Confindustria Lombarda, Associazione Italiana Ospedalità Privata, Associazione Religiosa Istituti Sociosanitari e Regione Lombardia)

Senza paragoni azzardati, è vero che quando nella storia i mandanti di una strage hanno pubblicizzato così orgogliosi la propria efficienza, si è trattato di vicende drammatiche e inquietanti. Teniamolo a mente.