Print

Spagna

Vicini solidali

A Coruña, Galizia (Spagna): in questa città affacciata sull'Atlantico nel nord della Spagna, i Gruppi di Appoggio Mutuo (GAM) svolgono un'opera solidale preziosa; 1500 persone in 12 quartieri organizzate in 6 gruppi di lavoro (appoggio al commercio locale, diritto alla casa, emergenza alimentare, sostegno psicologico, diritti sociali, "cuci a casa"). Si battono contro gli sfratti minacciati anche in questo periodo di emergenza, vanno in aiuto delle persone rimaste senza risorse economiche per potersi nutrire, cuciono mascherine, si prendono cura di persone immigrate senza documenti che non possono uscire per strada rischiando l'arresto, danno vita a una rete di "appoggio emotivo comunitario" con il sostegno di psicologi.

Sempre in Galizia, a Vigo e provincia, un gruppo di più di novanta donne, dai 19 ai 90 anni, cuce a macchina instancabilmente camici e mascherine per un ospedale della città. A Bilbao (Euzkadi), invece, nel quartiere di Otxarkoaga, i giovani maghrebini di un'associazione solidale si occupano di fare la spesa nelle botteghe del quartiere e al mercato per poi portarla gratuitamente agli anziani che ne hanno fatto richiesta. In altre città i sindacati dei venditori ambulanti, per lo più immigrati, svolgono attività simili oppure sono le associazioni di quartiere a farsi carico dei bisogni delle persone più in difficoltà.

Sono alcuni esempi delle moltissime iniziative di mutuo aiuto sviluppatesi in tanti quartieri in quasi tutte le città del territorio spagnolo, espressione di una reazione solidale a fronte dell'emergenza del coronavirus.