primapagina

Quanto cercheremo una rinnovata saggezza della comune umanità, invece di aggravare l’irragionevolezza dell’individualismo imperante? 

Reagire! di Dario Renzi, LC n° 357

pe-logo

Un aiuto concreto.

Fino al 30 novembre tutti i libri di Prospettiva edizioni con il 20% di sconto**, e se li vuoi ricevere a casa la spedizione non ti costa nulla.

Per richiedere i libri puoi rivolgerti ai recapiti de La Comune oppure scrivi a: info.prospettiva@gmail.com o vai sul sito www.prospettivaedizioni.it

** eccetto le novità e i libri già in promozione 


Print
PDF

Francia

Macron attacca la libertà d'espressione

Manifestazioni e presidi si stanno moltiplicando in questi giorni in Francia per difendere la libertà di espressione e di informazione contro il governo di Emanuel Macron. Oggi, sabato 21 novembre, è prevista una nuova manifestazione a Parigi. I promotori sono innanzitutto giornalisti a cui si stanno unendo molte persone solidali. Protestano contro il progetto di legge di "sicurezza globale" nel quale si fissa la proibizione di fotografare o filmare la polizia nelle manifestazioni.

Ció significherebbe impedire di realizzare prove grafiche delle azioni repressive di cui possono essere protagonisti gli agenti di polizia. Ció avviene avviene non casualmente in un contesto, come quello francese, in cui la violenza della polizia è da tempo sotto accusa. C'è un manifesto promosso o sottoscritto da giornalisti di moltissime testate transalpine che denuncia questo attacco inedito alla libertà di informare. Una misura analoga è presente anche nella "ley mordaza" (legge museruola) che il governo spagnolo di Sanchez-Iglesias, dopo aver promesso il contrario, continua a mantener il vigore.

Nella sua decadenza la borghesia mette in discussione persino i suoi miti fondativi a proposito delle libertà. In questo caso parliamo dell'articolo 11 della Dichiarazione dei diritti dell'uomo e del cittadino del 1789 e la legge sulla libertà di stampa del 1881.

I regimi democratici stanno vivendo, anche approfittando della pandemia, una torsione autoritaria. In questo caso non stiamo parlando del regime polacco, dell'Ungheria di Orban o della Turchia di Erdogan ma di uno Stato che pretende di dare lezioni al mondo in materia di libertà e che si autodefinisce "Il paese dei diritti civili".

Speciali

fronteggiando



controilvirus

Appelli

appellosanatoria 

 Appello per la sanatoria dei migranti irregolari ai tempi del Covid-19

Leggi e sottoscrivi l'appello qui


iocuro

Io curo - Insieme per la salute

Leggi l'appello

Vedi il video

Per sottoscrivere questo appello contattaci a: iocuro.insiemeperlasalute@gmail.com

visita il nostro nostro blog : https://iocuro.wordpress.com/


appello scuola

Appello contro il decreto della digitalizzazione

Fronteggiare l'emergenza anche a scuola, mettere al centro le relazioni

Leggi l'appello

Vedi il video

Se lo condividi puoi sottoscriverlo alla mail:     alcentrolerelazioni@gmail.com e farlo conoscere, scaricalo qui

 


appellobimbi

Giù le mani dai bambini!

Leggi l'appello