primapagina

Quanto cercheremo una rinnovata saggezza della comune umanità, invece di aggravare l’irragionevolezza dell’individualismo imperante? 

Reagire! di Dario Renzi, LC n° 357

pe-logo

Un aiuto concreto.

Fino al 30 novembre tutti i libri di Prospettiva edizioni con il 20% di sconto**, e se li vuoi ricevere a casa la spedizione non ti costa nulla.

Per richiedere i libri puoi rivolgerti ai recapiti de La Comune oppure scrivi a: info.prospettiva@gmail.com o vai sul sito www.prospettivaedizioni.it

** eccetto le novità e i libri già in promozione 


Print
PDF

Inps

Malati di burocrazia

Con una nota pubblicata 3 giorni fa l'Inps ha precisato che la quarantena domiciliare imposta da autorità che non siano quelle sanitarie, non è in nessun modo assimilabile alla malattia e quindi non prevede nessuna indennità. Tradotto dal burocratese significa che in caso di isolamento fiduciario – cioè quello che si attua volontariamente in via precauzionale se si ha il sospetto di essere entrati in contatto con una persona contagiata – o peggio nell'eventualità di una nuova chiusura, totale o parziale voluta da governo, regioni, comuni, ministeri o altre istituzioni, non è possibile per i lavoratori e le lavoratrici "mettersi in malattia". Viceversa se, e solo se, è un medico a imporre la quarantena allora si ha diritto all'indennità di malattia erogata dalla stessa Inps. Di più, se poi chi lavora è in cassa integrazione – che è comunque un ammortizzatore sociale che elargisce un salario ridotto e non di poco – anche in caso di malattia conclamata o addirittura di ricovero in ospedale, non ha comunque diritto a vedersi riconosciuta la malattia.

Sono decisioni ingiuste e pericolose: l'inumana macchina burocratica dello Stato, peraltro tanto generosa con i propri manager, decide che chi, responsabilmente per cautela verso gli altri e sé stesso, o per decisione di altri enti locali o nazionali, è costretto a stare a casa non deve più percepire lo stipendio, né tanto meno ha diritto ad ammalarsi se gli è stata "generosamente" concessa l'elemosina statale/padronale della Cassa integrazione. Veramente una vergognosa operazione di speculazione sulla pelle di milioni di lavoratori e lavoratrici, spesso precari o già poco garantiti e già gravemente colpiti nella loro condizione materiale da questi lunghi mesi di pandemia. Un ennesimo attacco da parte di Stato e padroni ai diritti e alla dignità delle persone che lavorano, da cui è giusto difendersi, unendosi e reagendo insieme.

Speciali

fronteggiando



controilvirus

Appelli

appellosanatoria 

 Appello per la sanatoria dei migranti irregolari ai tempi del Covid-19

Leggi e sottoscrivi l'appello qui


iocuro

Io curo - Insieme per la salute

Leggi l'appello

Vedi il video

Per sottoscrivere questo appello contattaci a: iocuro.insiemeperlasalute@gmail.com

visita il nostro nostro blog : https://iocuro.wordpress.com/


appello scuola

Appello contro il decreto della digitalizzazione

Fronteggiare l'emergenza anche a scuola, mettere al centro le relazioni

Leggi l'appello

Vedi il video

Se lo condividi puoi sottoscriverlo alla mail:     alcentrolerelazioni@gmail.com e farlo conoscere, scaricalo qui

 


appellobimbi

Giù le mani dai bambini!

Leggi l'appello