primapagina

Quanto cercheremo una rinnovata saggezza della comune umanità, invece di aggravare l’irragionevolezza dell’individualismo imperante? 

Reagire! di Dario Renzi, LC n° 357

pe-logo

Un aiuto concreto.

Fino al 30 novembre tutti i libri di Prospettiva edizioni con il 20% di sconto**, e se li vuoi ricevere a casa la spedizione non ti costa nulla.

Per richiedere i libri puoi rivolgerti ai recapiti de La Comune oppure scrivi a: info.prospettiva@gmail.com o vai sul sito www.prospettivaedizioni.it

** eccetto le novità e i libri già in promozione 


Print
PDF

Roma 25 settembre presidio USB-Unicobas

No alla violenza tra lavoratori!

In occasione dello sciopero del 24 e 25 settembre indetto da Usb Unicobas abbiamo scelto di aderire, come lavoratrici e lavoratori de La Comune, facendo prevalere la condivisione con lo schieramento contro la DAD e la rivendicazione della sicurezza nelle scuole sulla distanza siderale che ci caratterizza nei confronti della direzione di USB, che adotta pratiche e metodi inaccettabili come il sostegno a un dittatore reazionario e criminale come Assad e l'uso della violenza fisica nei cortei, come è accaduto alla manifestazione antirazzista convocata dal Forum Indivisibili & Solidali del novembre scorso; logiche e pratiche che crediamo vadano emarginate da tutte le iniziative del sindacalismo di base, come abbiamo scritto nel volantino con cui siamo nelle piazze in questi giorni.

Nel presidio svolto a Roma la mattina del 25 questa attitudine verticista e violenta da parte della direzione di USB si è espressa con particolare veemenza e scompostezza arrivando a staccare il microfono brutalmente ad interventi ritenuti scomodi, come il nostro, e ad aggredire verbalmente una nostra dirigente. In un presidio a cui hanno partecipato circa 200 persone, in gran parte giovani del Fronte dei giovani comunisti, dell'Osa (opposizione studentesca alternativa), del collettivo del Ripetta ed esigue rappresentanze di Cobas Sardegna e Unicobas, la reazione di fronte a questo episodio è stata inesistente, tranne che per alcune lavoratrici USB che hanno stigmatizzato l'atteggiamento machista dei propri dirigenti.

Per quanto ci riguarda questi metodi violentisti ed aggressivi sono inaccettabili, ricordano vetuste modalità staliniste e rossobrune contro le quali abbiamo combattuto da sempre, a maggior ragione ora, in ragione della difesa del protagonismo delle persone, lavoratrici, lavoratori o giovani. Sono metodi che da sempre ostacolano il possibile sviluppo positivo delle lotte e la crescita delle coscienze. Per questo riteniamo particolarmente negativa l'assenza di reazione da parte dell'Unicobas, che pure è un sindacato di base che si richiama all'anarchismo e che ha accettato questa ignobile passerella dai risvolti aggressivi e totalitari.

La Comune

Speciali

fronteggiando



controilvirus

Appelli

appellosanatoria 

 Appello per la sanatoria dei migranti irregolari ai tempi del Covid-19

Leggi e sottoscrivi l'appello qui


iocuro

Io curo - Insieme per la salute

Leggi l'appello

Vedi il video

Per sottoscrivere questo appello contattaci a: iocuro.insiemeperlasalute@gmail.com

visita il nostro nostro blog : https://iocuro.wordpress.com/


appello scuola

Appello contro il decreto della digitalizzazione

Fronteggiare l'emergenza anche a scuola, mettere al centro le relazioni

Leggi l'appello

Vedi il video

Se lo condividi puoi sottoscriverlo alla mail:     alcentrolerelazioni@gmail.com e farlo conoscere, scaricalo qui

 


appellobimbi

Giù le mani dai bambini!

Leggi l'appello