primapagina

 

riccardo   un giornale che non ha mai ricevuto

   nè intende ricevere alcuna sovvenzione statale

         AIUTACI A MOLTIPLICARE

   il nostro impegno antirazzista radicale

  che ci anima da sempre e di cui c'è sempre più bisogno



Print
PDF

referendum truffa

LE NOSTRE RAGIONI

Il 20/21 settembre si voterà un referendum per modificare alcuni articoli della Costituzione Italiana: votando No il numero totale di parlamentari rimarrà immutato, votando Sì sarà ridotto da 945 a 600. Facciamo chiarezza: questo referendum è confermativo, ed è vincolante per il Parlamento a prescindere dal numero dei votanti. Cosa conta il voto se a decidere può essere una piccola minoranza? Ancora una volta si svela cosa sono i cosiddetti princìpi democratici. Questo referendum ha come obbiettivo superare l'impasse della politica: il Parlamento ha votato la modifica per 4 volte ma senza raggiungere la maggioranza necessaria di due terzi per operare un cambio costituzionale. Ed ora hanno trovato la "soluzione": un referendum truffa che cambia la Costituzione qualunque sia il numero di votanti! Per di più la riduzione del numero dei parlamentari, cavallo di battaglia dei 5 Stelle, è stata ed è merce di scambio nel mercato della politica parlamentare. Le ragioni principali di chi sostiene il Sì, a sostegno della riduzione dei parlamentari, riguardano la maggiore efficacia del Parlamento e la riduzione delle spese. Quelle del No fanno leva sulla necessità di difendere gli spazi della democrazia rappresentativa, che diminuirebbero ulteriormente, e delle forze politiche minori. Ma un Parlamento più snello garantisce che si prendano decisioni migliori? Come saranno investiti i soldi che si risparmiano? Saranno a beneficio di scuole e ospedali o ancora una volta degli industriali e amici dei politici? Meno parlamentari ruberanno meno degli attuali? E perché se si intendono tagliare le spese dello Stato non si è pensato di tagliare le enormi spese militari? Perché non abbassare gli stipendi dei parlamentari? D'altra parte difendere il Parlamento così come è stato sinora – covo di corruzione, malaffare, stragi di Stato impunite – è efficace per contrastare le derive, gli intenti autoritari in atto, il pericolo delle destre? Per questo innanzitutto è indispensabile essere fuori e contro gli imbrogli del Palazzo, referendum truffa incluso. Non ci convincono né le ragioni del Sì nè quelle del No. Per questo pensiamo che astenerci è la strada non solo per manifestare l'estraneità, ma anche per denunciare tutto ciò: che si riduca o meno il numero di parlamentari non cambia la sostanza di una politica che è sempre più contrapposta e distante dalla gente comune, non vuole e non sa rispondere alle speranze, esigenze e bisogni della maggioranza. La politica è sporca, è fatta di intrighi e di giochi di palazzo, ne è testimonianza questo referendum. É possibile e necessario intraprendere un cammino diverso: contro le cattiverie e l'odio, le violenze patriarcali e il razzismo per costruire una nuova convivenza umana fuori e contro le logiche degli Stati, della politica e dei palazzi. É quello che abbiamo cominciato a sperimentare, a costruire e che offriamo: un'aggregazione liberamente scelta e condivisa a partire dall'essere insieme e uniti su valori completamenti alternativi a quelli della politica sempre più decadente e imbrogliona. Possiamo essere ciascuno e insieme protagonisti di un'alternativa che cominci a cambiare la vita impegnandosi giorno per giorno per essere persone migliori.

LA COMUNE

Scarica il volantino qui

Speciali

fronteggiando



controilvirus

Appelli

appellosanatoria 

 Appello per la sanatoria dei migranti irregolari ai tempi del Covid-19

Leggi e sottoscrivi l'appello qui


iocuro

Io curo - Insieme per la salute

Leggi l'appello

Vedi il video

Per sottoscrivere questo appello contattaci a: iocuro.insiemeperlasalute@gmail.com

visita il nostro nostro blog : https://iocuro.wordpress.com/


appello scuola

Appello contro il decreto della digitalizzazione

Fronteggiare l'emergenza anche a scuola, mettere al centro le relazioni

Leggi l'appello

Vedi il video

Se lo condividi puoi sottoscriverlo alla mail:     alcentrolerelazioni@gmail.com e farlo conoscere, scaricalo qui

 


appellobimbi

Giù le mani dai bambini!

Leggi l'appello