primapagina

 

riccardo   un giornale che non ha mai ricevuto

   nè intende ricevere alcuna sovvenzione statale

         AIUTACI A MOLTIPLICARE

   il nostro impegno antirazzista radicale

  che ci anima da sempre e di cui c'è sempre più bisogno



Print
PDF

Comunicato del Forum Indivisibili e Solidali di Napoli

Sul rinvio dell’iniziativa del 13 settembre al parco Giardini di Re Ladislao

Comunichiamo, con nostro disappunto, che la Giornata di Incontro Solidale e Antirazzista fissata per oggi, domenica 13 settembre presso il parco Giardini di Re Ladislao in via Carbonara è stata annullata.
Il motivo di questa decisione è la mancata disponibilità degli uffici del Comune di Napoli nel mettere a disposizione lo spazio che era stato individuato per l’iniziativa.

La giornata era nata come momento di incontro, per favorire la conoscenza, in uno spazio pubblico, aperto, inclusivo e sarebbe stato un piccolo ma significativo contributo per contrastare il clima di incertezza, di difficoltà e di razzismo che le comunità immigrate incontrano in Italia tra gli effetti dei decreti sicurezza, ancora vigenti, e la crisi conseguente alla pandemia.
Abbiamo chiesto il sostegno dell’Assessorato alle Politiche Sociali, discutendo dell’idea in un incontro il 23 luglio riscontrando una grande disponibilità. Abbiamo perciò fatto una formale richiesta scritta il 28 luglio, un mese e mezzo fa, ipotizzando la data e le modalità di svolgimento dell’iniziativa.
Tuttavia l’8 settembre, a cinque giorni dall’evento, riceviamo una lunga lettera di diniego da parte del Servizio Aree Verde del Comune di Napoli con argomenti che vanno dalla gestione dell’emergenza Covid19, ai regolamenti COSAP.
Rassicurati dall’Assessorato alle Politiche Sociali abbiamo continuato a preparare la giornata finché, l’11 settembre, abbiamo ricevuto un definitivo diniego da parte del Servizio Aree Verde del Comune mentre contemporaneamente ricevevamo dalla segreteria del Sindaco il patrocinio all’iniziativa!
A questo punto ci chiediamo: nel Comune di Napoli le decisioni sulla gestione delle misure anti Covid sono nelle mani dei dirigenti delle Aree Verdi? Le valutazioni sull’opportunità di dare un segnale di schieramento antirazzista nel clima che si respira nel paese, aggravato proprio in questi giorni dagli orribili fatti di Colleferro, sono anch’esse nelle mani dei funzionari delle Aree Verdi?
A noi sembra necessario che il Comune dia delle risposte su questo. Che dia risposte concrete se ancora esiste un orientamento di città solidale come proclamato o questo è demandato alla burocrazia che tra l’altro mentre nega il permesso per iniziative antirazziste permette l’assembramento al comizio del razzista Salvini, la movida selvaggia e altri pericolosi eventi.
Per parte nostra continueremo con ancora maggiore convinzione l’impegno solidale e antirazzista nel Forum, nella stessa giornata di oggi come organizzatori ci riuniremo in forma ristretta, e presto vi informeremo sulla riprogrammazione dell’iniziativa nella forma di incontro e conoscenza che avevamo previsto, certo stavolta in modo autonomo e indipendente dalle istituzioni.
Ci scusiamo con le persone che sarebbero venute e le invitiamo a riflettere su quanto il nostro impegno è controcorrente e merita il sostegno di tutti.

Napoli, 13 settembre 2020 

Il Forum Indivisibili e Solidali di Napoli: Associazione La Comune, Associzione Lankitalia (Sri Lanka), Associazione Manden, Associazione Senegalese di Napoli, Associazione Antirazzista Interenica 3 Febbraio, Cobas, Massimo Angrisano, Carlo Mattei

Speciali

fronteggiando



controilvirus