primapagina

Quanto cercheremo una rinnovata saggezza della comune umanità, invece di aggravare l’irragionevolezza dell’individualismo imperante? 

Reagire! di Dario Renzi, LC n° 357

pe-logo

Un aiuto concreto.

Fino al 30 novembre tutti i libri di Prospettiva edizioni con il 20% di sconto**, e se li vuoi ricevere a casa la spedizione non ti costa nulla.

Per richiedere i libri puoi rivolgerti ai recapiti de La Comune oppure scrivi a: info.prospettiva@gmail.com o vai sul sito www.prospettivaedizioni.it

** eccetto le novità e i libri già in promozione 


Print
PDF

La CEI contro la legge antiomotransfobia

Da quale pulpito

Udite udite. L'alto clero cattolico – nella fattispecie della Conferenza episcopale italiana – pontìfica, è il caso di dire (forse all'insaputa di Bergoglio), contro i rischi di una normativa specifica in materia di violenza contro omo e transessuali, alla vigilia della discussione parlamentare che dovrebbe sbloccare un dibattito interrotto 4 anni orsono.

Dopo un'arbitraria citazione del Papa (estrapolata da un discorso a proposito delle mobilitazioni in Usa) e un richiamo general generico all'impegno contro le discriminazioni, i vescovi si pronunciano contro la promulgazione di una legge apposita, non esistendo nessuna emergenza omofobia: poche decine i casi di violenza denunciati, nebulosa la materia, fluttuanti i concetti stessi di identità di genere e orientamento sessuale. Soprattutto grande il timore di derive liberticide, ovvero che per effetto di queste nuove disposizioni vengano colpiti coloro che non si allineano al pensiero unico. Avete letto bene. Il clero tuttora detentore di un quasi monopolio del potere dell'istruzione e degli apparati (de)formativi ... ha paura che i sostenitori della famiglia normale (patriarcale ed eterosessuale) possano essere discriminati a propria volta! A nulla valgono le rassicurazioni dei promotori dei disegni di legge che a loro detta non limiteranno la libertà d'opinione di coloro che dissentono dalle unioni gay, venendo colpiti solo quanti di loro istigano alla violenza. Ma usciamo dai Palazzi: come abbiamo sperimentato per decenni a proposito della violenza maschilista, non sarà una norma sulla carta a tutelare migliaia di bimbi, ragazzi e adolescenti, donne e uomini, a cui si cerca di imporre chi e come amare, dal bullismo dei compagni di scuola o dei padri, dalle prepotenze fisiche e psicologiche che si perpetrano per strada o tra le pareti domestiche. Le leggi sono spiragli da utilizzare per affermare e difendere in prima persona e insieme la cultura delle scelte. Contro l'oppressione convergente fatta dello stigma degli scienziati (che fino al 1990 classificavano l'omosessualità tra le malattie mentali) e contro la commiserazione ipocrita dei pastori (che la considerano tuttora un disordine dell'anima).

Speciali

fronteggiando



controilvirus

Appelli

appellosanatoria 

 Appello per la sanatoria dei migranti irregolari ai tempi del Covid-19

Leggi e sottoscrivi l'appello qui


iocuro

Io curo - Insieme per la salute

Leggi l'appello

Vedi il video

Per sottoscrivere questo appello contattaci a: iocuro.insiemeperlasalute@gmail.com

visita il nostro nostro blog : https://iocuro.wordpress.com/


appello scuola

Appello contro il decreto della digitalizzazione

Fronteggiare l'emergenza anche a scuola, mettere al centro le relazioni

Leggi l'appello

Vedi il video

Se lo condividi puoi sottoscriverlo alla mail:     alcentrolerelazioni@gmail.com e farlo conoscere, scaricalo qui

 


appellobimbi

Giù le mani dai bambini!

Leggi l'appello