primapagina

Quanto cercheremo una rinnovata saggezza della comune umanità, invece di aggravare l’irragionevolezza dell’individualismo imperante? 

Reagire! di Dario Renzi, LC n° 357

pe-logo

Un aiuto concreto.

Fino al 30 novembre tutti i libri di Prospettiva edizioni con il 20% di sconto**, e se li vuoi ricevere a casa la spedizione non ti costa nulla.

Per richiedere i libri puoi rivolgerti ai recapiti de La Comune oppure scrivi a: info.prospettiva@gmail.com o vai sul sito www.prospettivaedizioni.it

** eccetto le novità e i libri già in promozione 


Print
PDF

Genova, inaugurato il nuovo ponte

Ipocrisia di stato

Agosto 2020, Genova, a pochi giorni dal secondo anniversario dal crollo del ponte Morandi, il nuovo ponte, progettato da Renzo Piano, viene inaugurato e aperto al traffico. Il “modello Genova”, cavallo di battaglia della campagna elettorale di Toti e vanto del Commissario straordinario-Sindaco Bucci, si basa su un drammatico paradosso. La tragedia che è costata la vita a 43 persone, sofferenza e danni a tantissime altre, viene oscurata per celebrare la presunta efficienza di questi personaggi e della loro politica. Lo scempio di cemento e asfalto, su cui l’ideologia del progresso si è fatta strada in questa città, ha distrutto e ucciso più volte, e la realizzazione del Ponte San Giorgio vuole celebrare l’avvio di una nuova stagione di “grandi opere” perlopiù pericolose, dannose e inutili.

Read more...

Print
PDF

A 75 anni da Hiroshima e Nagasaki

"Di fronte a questo orrore non possiamo e non vogliamo smettere di piangere, ma non possiamo permetterci il lusso di farci soffocare dal dolore perché altrimenti non riusciamo a capire e reagire più profondamente. Questa esperienza, direttamente e indirettamente, ha segnato l'umanità attraverso generazioni intere (...). Pensiamo a quello che ha rappresentato la Seconda guerra mondiale e dintorni, il senso di vergogna, angoscia e colpa è subentrato dopo Aushwitz, dopo Dachau, dopo Hiroshima, dopo Nagasaki, la quasi impossibilità di pensare il bene, di poter pensare alla condizione umana come la condizione di esseri che cercano innanzitutto il bene. (...)

Read more...

Print
PDF

strage annunciata a Beirut

non c'è pace per la Terra dei cedri

Una devastante esplosione nei pressi del porto ha investito ieri la capitale del Libano; la triste conta delle vittime ha già superato il centinaio di persone ma i dispersi – coloro che ancora mancano all'appello, morti o feriti ancora sotto le macerie – sono migliaia e centinaia di migliaia coloro che sono rimasti senza una casa. Un deposito di nitrato d'ammonio nei pressi del porto di Beirut è saltato in aria con un boato così potente da essere sentito a centinaia di chilometri di distanza: i sismografi hanno registrato una scossa pari a3,3 gradi. Tre ospedali sono rimasti distrutti e altri due sono gravemente danneggiati. È una catastrofe umana immensa.

Read more...

Print
PDF

A quaranta anni dalla strage di Bologna :

Lo Stato stragista delle impunità

A quaranta anni dalla strage alla Stazione di Bologna che causò 85 vittime innocenti e 200 feriti non è stata ancora fatta piena luce sulla verità. E' oramai appurato che fu eseguita dai fascisti dei Nar su commissione dei vertici della P2 e settori degli apparati statali, che fin dall'inizio hanno depistato le indagini. Ed ancora rimane una strage senza verità e giustizia. La storia dello Stato democratico italiano è puntellata di stragi rimaste impunite. Portella delle Ginestre, piazza Fontana a Milano , il rapido 904 a Vernio, l'Italicus, Piazza della loggia a Brescia, Ustica... e possiamo purtroppo continuare con le tante stragi di immigrati nei mari. Così si è venuto costituendo lo Stato Democratico Italiano che come tutti gli Stati si fonda sulla guerra e non ha esitato a ricorrere alle stragi rimaste regolarmente impunite.

Print
PDF

40 ANNI DALLA STRAGE DI BOLOGNA:

UNIAMOCI PER LA GIUSTIZIA E LA DIGNITÀ UMANA

2 agosto 1980, ore 10.25: una bomba esplode nella stazione di Bologna uccidendo 85 persone e ferendone 200. Era l'ultima di una lunga serie di stragi di stato che ha segnato in modo indelebile la storia di questo paese: da Piazza Fontana all'Italicus, da Piazza della Loggia ad Ustica. Su tutte una costante opera di depistaggio e insabbiamento da parte dello Stato italiano e dei suoi servizi segreti che continuano tutt'ora ad occultare le responsabilità e quindi la verità, esprimendo una complicità gravissima. Se nonostante tutto si sono cominciati ad aprire degli squarci di verità in questa lunga catena di menzogne è solo grazie al tenace impegno dei familiari delle vittime. A loro va tutta la nostra solidarietà e il nostro appoggio.

Read more...

Print
PDF

Destre

Tra negazionismo e razzismo

Salvini e i suoi seguaci fascioleghisti, i forzati e gli affratellati italioti, neofascisti di ogni risma, sono in questi giorni scatenati in una pericolosa ma paradossale offensiva propagandistica. In questo non sono soli e trovano degni compari nelle azioni sconsiderate e dannose di Trump e Bolsonaro, di Putin o di Orbàn, e svolgono in questo paese un ruolo nefasto per la coscienza e la salute di tanta gente. Perché le destre italiane da un lato sono i principali assertori del negazionismo della pericolosità del Covid-19, esibendo i loro volti senza maschera con incurante spregio della salute altrui, sostenendo le peggiori bufale complottiste sull'origine del virus, ergendosi a paladini del popolo degli aperitivi che preferisce la movida alla vita, di fatto negando l'esistenza e la sussistenza di una minaccia planetaria come quella rappresentata dal neo-Coronavirus. Dall'altro però si lanciano in vergognose accuse verso immigrati e immigrate trattati a stregua di untori, attaccando i profughi come invasori infetti, criminalizzando ancora la solidarietà e chi cerca di salvare vite in mare e chi accoglie, sobillando i peggiori soggetti con il loro razzismo.

Per il bene e la salute di tutti, per l'accoglienza e la solidarietà, per difendere e affermare la vita vanno fermati.

Speciali

fronteggiando



controilvirus

Appelli

appellosanatoria 

 Appello per la sanatoria dei migranti irregolari ai tempi del Covid-19

Leggi e sottoscrivi l'appello qui


iocuro

Io curo - Insieme per la salute

Leggi l'appello

Vedi il video

Per sottoscrivere questo appello contattaci a: iocuro.insiemeperlasalute@gmail.com

visita il nostro nostro blog : https://iocuro.wordpress.com/


appello scuola

Appello contro il decreto della digitalizzazione

Fronteggiare l'emergenza anche a scuola, mettere al centro le relazioni

Leggi l'appello

Vedi il video

Se lo condividi puoi sottoscriverlo alla mail:     alcentrolerelazioni@gmail.com e farlo conoscere, scaricalo qui

 


appellobimbi

Giù le mani dai bambini!

Leggi l'appello