primapagina

Quanto cercheremo una rinnovata saggezza della comune umanità, invece di aggravare l’irragionevolezza dell’individualismo imperante? 

Reagire! di Dario Renzi, LC n° 357

pe-logo

Un aiuto concreto.

Fino al 30 novembre tutti i libri di Prospettiva edizioni con il 20% di sconto**, e se li vuoi ricevere a casa la spedizione non ti costa nulla.

Per richiedere i libri puoi rivolgerti ai recapiti de La Comune oppure scrivi a: info.prospettiva@gmail.com o vai sul sito www.prospettivaedizioni.it

** eccetto le novità e i libri già in promozione 


Print
PDF

Bielorussia

Le proteste esplose in tutta la Bielorussia a partire dalla contestazione dei brogli delle ultime elezioni presidenziali di domenica 9 agosto, hanno presto assunto un forte carattere antigovernativo contro il potere dittatoriale di Lukashenko da ormai 26 anni. La brutale repressione, la polizia che spara sulla folla ha esteso la partecipazione di più ampi e trasversali settori della società, come mai si era visto prima in Bielorussia, con l'unanime slogan "vattene!". Insieme ad una rete capillare di sostegno alle manifestazioni, crescono in maniera spontanea e non diretta gli scioperi negli impianti industriali, con migliaia di operai, aumentano le dimissioni di giornalisti e conduttori della tv di stato, cresce la rivolta negli ospedali, nelle università, nei teatri, disertano settori di polizia passando dalla parte dei manifestanti. Lukashenko prova in extremis ad aprire a nuove elezioni dopo una riforma della costituzione mentre perde la presa sul paese e pezzi del suo regime.

Read more...

Print
PDF

Gli accordi tra Israele e Eau

Le verità di comodo delle leadership palestinesi

Le parole "tradimento della causa palestinese", i vacui appelli all'"unità dei popoli arabi", il solito trito ricorso agli Stati europei e ai diversi regimi arabi, il richiamo alla solidarietà internazionale fioccano nelle prese di posizione delle organizzazioni e delle associazioni palestinesi in Palestina e all'estero, compresa l'Italia, a proposito degli accordi tra Israele e Emirati arabi uniti.

Gli Eau, protagonista del "tradimento", è da anni impegnato nella guerra genocida in Yemen. È responsabile delle decine di migliaia di vittime della guerra, soprattutto bambini e donne, a cui si sommano oggi le vittime della carestia e della pandemia di Covid '19. Gli Eau - per non farsi mancare nulla -, è il foraggiatore del generale Haftar nella guerra fratricida in Libia, quindi responsabile delle migliaia di profughi e rifugiati rinchiusi nei campi di concentramento e delle migliaia di morti in mare. Soprattutto, gli Eau e i regimi feudali del Golfo, sono i finanziatori della "causa palestinese", sin dalla fondazione dell'Olp, poi dell'Anp e delle molte associazioni della cosiddetta "società civile" in Palestina.

Read more...

Print
PDF

Israele e l'Emiro, un matrimonio di convenienza

La normalizzazione dei rapporti diplomatici tra Israele e gli Emirati Arabi Uniti è stata variamente descritta come una "svolta" verso una presunta pace globale in Medio Oriente. Queste conclusioni sono - nella migliore delle ipotesi - l'ennesimo inganno in primo luogo contro il popolo palestinese. Infatti, la normalizzazione delle relazioni tra Israele e gli Emirati arabi uniti approfondisce ulteriormente le crisi e le tragedie in corso nell'area. Legittima l'intervento dell'emiro del Golfo nella guerra genocida e "dimenticata" contro la popolazione yemenita e gli offre carta bianca nella devastante guerra civile in Libia.

Read more...

Print
PDF

Libano


Nella tragedia minacce, speranze e illusioni

A pochi giorni dall’esplosione nel porto di Beirut del 4 agosto scorso che ha provocato circa 200 vittime, migliaia di feriti e distrutto o danneggiato centinaia di migliaia di abitazioni, il dramma è più che mani in corso. Sabato 8 e nei giorni successivi manifestazioni di protesta stanno esprimendo la generalizzata sfiducia verso istituzioni e politici corrotti, responsabili direttamente o indirettamente della strage. Giovani che provengono dalle diverse comunità – iniziando così ad infrangere le separazioni che affliggono la società libanese – invocano la Thawra (rivoluzione), come già facevano da mesi fronteggiando la vertiginosa crisi economica e il collasso della sanità di fronte al Covid. Costrette dall’indignazione popolare, piovono le dimissioni, prima quelle di alti funzionari e di singoli ministri, poi dell’intero governo: troppo tardi, troppo poco.

Read more...

Print
PDF

Beirut

Vita tra le macerie

Fianco a fianco, giovani rimuovono i detriti, soccorrono persone sotto shock, manifestano il dolore e la rabbia per tante vite spezzate in modo così crudele e insensato. Arrivano al porto dai quartieri maroniti, dalle periferie sciite, dai campi profughi palestinesi. Ragazzi e ragazze insieme, come nelle manifestazioni dei mesi scorsi: non è stata l'esplosione né il lutto per oltre 150 vittime ad unirli, semmai la tragedia ha evidenziato l'urgenza di cambiare radicalmente, di cacciare i corrotti, di disfarsi di un sistema in bancarotta.

Read more...

Print
PDF

Argentina: democrazia che uccide e scompare

Oltre al preoccupante aumento dei casi di Covid-19, il pericolo in questo paese proviene anche dalle forze di sicurezza statali. Dall'inizio del confinamento sanitario, 71 persone sono state contate uccise dall'apparato repressivo, all'interno di prigioni o stazioni di polizia o per strada, attraverso le cosiddette sparatorie "easy trigger". Ciò comprende tre gravi casi di sparizioni forzate di persone, un fenomeno che ricorda gli anni bui dell'ultima dittatura militare (1976-1983), ma che dovrebbe anche cominciare a riferirsi all'attuale democrazia, che registra già più di 4.000 sparizioni.

Read more...

Speciali

fronteggiando



controilvirus

Appelli

appellosanatoria 

 Appello per la sanatoria dei migranti irregolari ai tempi del Covid-19

Leggi e sottoscrivi l'appello qui


iocuro

Io curo - Insieme per la salute

Leggi l'appello

Vedi il video

Per sottoscrivere questo appello contattaci a: iocuro.insiemeperlasalute@gmail.com

visita il nostro nostro blog : https://iocuro.wordpress.com/


appello scuola

Appello contro il decreto della digitalizzazione

Fronteggiare l'emergenza anche a scuola, mettere al centro le relazioni

Leggi l'appello

Vedi il video

Se lo condividi puoi sottoscriverlo alla mail:     alcentrolerelazioni@gmail.com e farlo conoscere, scaricalo qui

 


appellobimbi

Giù le mani dai bambini!

Leggi l'appello