primapagina

Quanto cercheremo una rinnovata saggezza della comune umanità, invece di aggravare l’irragionevolezza dell’individualismo imperante? 

Reagire! di Dario Renzi, LC n° 357

pe-logo

Un aiuto concreto.

Fino al 30 novembre tutti i libri di Prospettiva edizioni con il 20% di sconto**, e se li vuoi ricevere a casa la spedizione non ti costa nulla.

Per richiedere i libri puoi rivolgerti ai recapiti de La Comune oppure scrivi a: info.prospettiva@gmail.com o vai sul sito www.prospettivaedizioni.it

** eccetto le novità e i libri già in promozione 


Print
PDF

Contro la violenza squadrista

Uniamoci per difendere la vita

Willy Montero Duarte è stato pestato a morte a Colleferro lo scorso fine settimana da un gruppo di quattro giovani. Willy è intervenuto in difesa di un amico che si trovava in difficoltà perchè coinvolto in una lite con uno dei quattro aggressori: è stato massacrato di botte fino alla morte da giovani che hanno scelto la via della prevaricazione per affermarsi. Nessun fatalismo. Willy non si è trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato: gli assasini infatti sono noti picchiatori della zona.

L’odio poi si è riversato anche sui social network dove si è espressa la peggior canea razzista contro Willy, che è di origini capoverdiane.

Questa vicenda è emblema della decadenza vorticosa che si riproduce anche dal basso e si esprime nell’agire contro gli altri, svelando sempre di più che viviamo in una società di estranei, che possono diventare nemici. L'assassinio di Willy è espressione della facilità con cui si utilizza la violenza prepotente per prevalere sugli altri, con una logica squadrista e vigliacca. E fa riflettere su quanto invece sia importante unirsi e ricercare un’alternativa di vita, basata sul riconscimento della nostra comune umanità differente e su valori positivi da vivere insieme. Noi de La Comune siamo vicini a tutte le persone care a Willy, ci schieriamo contro ogni logica fascista, razzista e mortifera, per difendere la vita e costruire solidarietà per una convivenza pacifica. Essere giovani non è una scusa, possiamo scegliere come esserlo cercando la nostra affermazione insieme a quella degli altri.

giovedi 10 settembre 2020

La Comune Roma

Print
PDF

Vota contro le destre ma senza illusioni

Le elezioni in Toscana giungono in un momento difficile per molte persone, anche in questa regione. Gli effetti della pandemia si fanno sentire: la salute di tanti è ancora a rischio, il lavoro è precario, la vita di tante persone – in primis immigrati e immigrate – è peggiorata.

E potrebbe peggiorare ancora se vincessero le destre fascioleghiste. Il razzismo popolare che serpeggia nella società disgregata e decadente troverebbe una sponda istituzionale pericolosa e dannosa; i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici sarebbero ancor più sotto attacco; la salute e la sicurezza di tutti e tutte sarebbero ancor più minacciate.

Allo stesso modo è giusto sottolineare che l'azione del governo nazionale giallorosso ha mostrato limiti, errori, malefatte e una incresciosa continuità con quello precedente, per esempio non abrogando i vergognosi decreti sicurezza di Salvini. E così quello locale.

Però immaginiamoci cosa sarebbe potuto accadere se ad affrontare l'emergenza sanitaria fossero stati i negazionisti in camicia verde e se la salute di tutti fosse un domani affidata a presuntuosi e pericolosi figuri come quelli che popolano le destre toscane e italiane.

Sappiamo che la politica tutta in nessun modo può rappresentare una risposta positiva alla esigenze e ai bisogni delle persone, che è una forma negativa delle relazioni umane, una spasmodica e cinica lotta per un potere negativo e quindi non vi nutriamo alcuna illusione.

Ma sappiamo anche che il pericolo destre va fermato, che una sconfitta elettorale dei fascioleghisti può comunque rappresentare un iniziale passo per fronteggiare l''arroganza di Salvini e dei suoi soci. Per questo, senza alcuna illusione votiamo per fermare le destre, scegliendo laddove possibile candidati antirazzisti.

LA COMUNE TOSCANA

Scarica il volantino qui

Print
PDF

referendum truffa

LE NOSTRE RAGIONI

Il 20/21 settembre si voterà un referendum per modificare alcuni articoli della Costituzione Italiana: votando No il numero totale di parlamentari rimarrà immutato, votando Sì sarà ridotto da 945 a 600. Facciamo chiarezza: questo referendum è confermativo, ed è vincolante per il Parlamento a prescindere dal numero dei votanti. Cosa conta il voto se a decidere può essere una piccola minoranza? Ancora una volta si svela cosa sono i cosiddetti princìpi democratici. Questo referendum ha come obbiettivo superare l'impasse della politica: il Parlamento ha votato la modifica per 4 volte ma senza raggiungere la maggioranza necessaria di due terzi per operare un cambio costituzionale. Ed ora hanno trovato la "soluzione": un referendum truffa che cambia la Costituzione qualunque sia il numero di votanti! Per di più la riduzione del numero dei parlamentari, cavallo di battaglia dei 5 Stelle, è stata ed è merce di scambio nel mercato della politica parlamentare. Le ragioni principali di chi sostiene il Sì, a sostegno della riduzione dei parlamentari, riguardano la maggiore efficacia del Parlamento e la riduzione delle spese. Quelle del No fanno leva sulla necessità di difendere gli spazi della democrazia rappresentativa, che diminuirebbero ulteriormente, e delle forze politiche minori. Ma un Parlamento più snello garantisce che si prendano decisioni migliori? Come saranno investiti i soldi che si risparmiano? Saranno a beneficio di scuole e ospedali o ancora una volta degli industriali e amici dei politici? Meno parlamentari ruberanno meno degli attuali? E perché se si intendono tagliare le spese dello Stato non si è pensato di tagliare le enormi spese militari? Perché non abbassare gli stipendi dei parlamentari? D'altra parte difendere il Parlamento così come è stato sinora – covo di corruzione, malaffare, stragi di Stato impunite – è efficace per contrastare le derive, gli intenti autoritari in atto, il pericolo delle destre? Per questo innanzitutto è indispensabile essere fuori e contro gli imbrogli del Palazzo, referendum truffa incluso. Non ci convincono né le ragioni del Sì nè quelle del No. Per questo pensiamo che astenerci è la strada non solo per manifestare l'estraneità, ma anche per denunciare tutto ciò: che si riduca o meno il numero di parlamentari non cambia la sostanza di una politica che è sempre più contrapposta e distante dalla gente comune, non vuole e non sa rispondere alle speranze, esigenze e bisogni della maggioranza. La politica è sporca, è fatta di intrighi e di giochi di palazzo, ne è testimonianza questo referendum. É possibile e necessario intraprendere un cammino diverso: contro le cattiverie e l'odio, le violenze patriarcali e il razzismo per costruire una nuova convivenza umana fuori e contro le logiche degli Stati, della politica e dei palazzi. É quello che abbiamo cominciato a sperimentare, a costruire e che offriamo: un'aggregazione liberamente scelta e condivisa a partire dall'essere insieme e uniti su valori completamenti alternativi a quelli della politica sempre più decadente e imbrogliona. Possiamo essere ciascuno e insieme protagonisti di un'alternativa che cominci a cambiare la vita impegnandosi giorno per giorno per essere persone migliori.

LA COMUNE

Scarica il volantino qui

Print
PDF

Comunicato del Forum Indivisibili e Solidali di Napoli

Sul rinvio dell’iniziativa del 13 settembre al parco Giardini di Re Ladislao

Comunichiamo, con nostro disappunto, che la Giornata di Incontro Solidale e Antirazzista fissata per oggi, domenica 13 settembre presso il parco Giardini di Re Ladislao in via Carbonara è stata annullata.
Il motivo di questa decisione è la mancata disponibilità degli uffici del Comune di Napoli nel mettere a disposizione lo spazio che era stato individuato per l’iniziativa.

Read more...

Print
PDF

Per unirci e conoscerci, per imparare a convivere…

INCONTRO SOLIDALE ANTIRAZZISTA

Di fronte all’ignoranza, l’indifferenza, l’egoismo e le paure sconsiderate che alimentano il razzismo e le discriminazioni, crediamo sia possibile scegliere un’altra strada. Insieme possiamo affrontare meglio le emergenze tuttora in corso e i mali storici che attanagliano la nostra vita. Crediamo fortemente nella solidarietà, nella cooperazione, nell’accoglienza umana, nelle possibilità di vivere meglio assieme.

PROGRAMMA DELLA GIORNATA
ORE 11: APERTURA: animazione e giochi per ragazzi, banchetti informativi a cura delle associazioni, letture e ascolto musicale
ORE 16: ASSEMBLEA SOLIDALE E ANTIRAZZISTA a cura delle associazioni che fanno riferimento al Forum Indivisibili e Solidali di Napoli
DOMENICA 13 SETTEMBRE
presso il parco “giardini di Re Ladislao” in Via Cardinale Seripando (alle spalle della Chiesa di S.Giovanni a Carbonara-Via Carbonara-Napoli)

Promuovono: Associazione Senegalese di Napoli, Associazione La Comune-Napoli, Associazione Lankitalia (Sri Lanka), Associazione Manden, Associazione 3 Febbraio, Cobas-Napoli
L’iniziativa è organizzata rispettando le attuali normative anti Covid-19, invitiamo tutti a collaborare al fine di svolgerla al meglio in sicurezza
INFO: 339-2485595; 346/5708065

Print
PDF

Un branco di assassini e i disvalori della decadenza

Nell'assassinio di Willy Monteiro Duarte c'è un orrendo spaccato della decadenza (anche) in questo Paese: la cattiveria e la violenza fino all'uccisione come orrendi modi per affermarsi (fare soldi), il machismo più stupido e distruttivo, il razzismo, il branco sono disvalori e malcostumi che prendono piede e incontrano complicità in una società in disgregazione e degradata.

Read more...

Speciali

fronteggiando



controilvirus

Appelli

appellosanatoria 

 Appello per la sanatoria dei migranti irregolari ai tempi del Covid-19

Leggi e sottoscrivi l'appello qui


iocuro

Io curo - Insieme per la salute

Leggi l'appello

Vedi il video

Per sottoscrivere questo appello contattaci a: iocuro.insiemeperlasalute@gmail.com

visita il nostro nostro blog : https://iocuro.wordpress.com/


appello scuola

Appello contro il decreto della digitalizzazione

Fronteggiare l'emergenza anche a scuola, mettere al centro le relazioni

Leggi l'appello

Vedi il video

Se lo condividi puoi sottoscriverlo alla mail:     alcentrolerelazioni@gmail.com e farlo conoscere, scaricalo qui

 


appellobimbi

Giù le mani dai bambini!

Leggi l'appello