primapagina

 

Cda2020

 

       




La Campagna è conclusa!  Abbiamo raccolto 461024 euro 

GRAZIE A TUTTE E TUTTI!   

    


Print
PDF

Il due giugno delle feccie tricolori

Leghisti, italioti affratellati o forzati, neo (e vetero) fascisti, arancionisti con gilet o senza, complottisti, antivaccinisti, monarchici, nostalgici, selfisti anonimi. Pochi e cattivi, tutti irresponsabilmente assieme, pericolosi certamente per la salute ma soprattutto per la vita di tutti. Orgogliosamente razzisti – brandivano cartelli contro la già escludente regolarizzazione governativa –, minacciosi verso donne e immigrati, solidali con Trump e la sua politica di odio, servili verso i potenti e rancorosi verso ogni diversità, nel vuoto di proposte e di idee che caratterizzava quella piazza, hanno gettato per l’ennesima volta la maschera che copre il volto sporco della destra italiana.

Read more...

Print
PDF

Usa, il razzismo uccide ancora

Democrazia senza respiro

La divisa blu che indossano durante il giorno si trasforma nel lenzuolo bianco dietro cui si nascondono la notte: così gli agenti della polizia statunitense diventano assassini di afroamericani, e non conta se siano formalmente affiliati al Ku Klux Klan oppure no. Ne uccidono al ritmo di 500 al semestre e l’ultima esecuzione ha tolto la vita a George Floyd, soffocato da un poliziotto che gli ha stretto la gola per sette minuti, senza allentare la presa nonostante la vittima lo implorasse di farlo respirare. Da Minneapolis le proteste, in gran parte pacifiche, si sono estese in tutto il paese.

Read more...

Print
PDF

Contro il razzismo dagli Usa…

louisville

Un cordone di donne bianche protegge i manifestanti dalla polizia a Louisville in Kentucky. È un’immagine tanto evocativa quanto un’ulteriore prova del carattere pacifico e multietnico della maggioranza delle proteste negli Stati uniti.

 

...alla Siria

Idlib, maggio 2020

idlib

Tra le macerie di Idlib sotto assedio c’è ancora in piedi un pezzo di muro: è sufficiente ad accogliere la denuncia dell’ennesimo, spietato omicidio razzista compiuto da un poliziotto bianco dall’altra parte del mondo, negli Usa. Anni di guerra, di lutti ed esodi non impediscono a due giovani di ridar voce, vita e colore alla rivoluzione siriana, al suo messaggio limpido di dignità e libertà rivolto a tutto il mondo.

In ginocchio

in ginocchio

La polizia di molte città americane (quella nella foto è di St. Paul, Minnesota, davanti al palazzo del Governatore) si è inginocchiata in solidarietà con le proteste per l’uccisione di George Floyd. Le proteste sembrano poter aprire piccole crepe nel muro di razzismo e omertà che finora circondava le forze dell’ordine Usa.

Killing in the name of…

trump

Bibbia in mano, in piedi di fronte alla chiesa episcopale di St. John a Washington, per raggiungere la quale camminando ha fatto travolgere dalla polizia con lacrimogeni e cariche una pacifica manifestazione. Così Trump ha annunciato al suo paese che è pronto ad usare l’esercito contro le proteste di questi giorni. Mariann Edgar Budde, la vescovo episcopale della diocesi di Wahington a cui la chiesa appartiene, ha commentato: “Il nostro messaggio è antitetico a quello del presidente”. E come lei la pensano moltissimi.

Print
PDF

Ancora una strage di innocenti in Libia

Trenta immigrati, di cui 26 di origine bengalese, e 12 feriti è il tragico bilancio dell’ennesima strage avvenuta in Libia per mano dei trafficanti di esseri umani. Le vittime erano state arrestate come clandestine dalla polizia libica per essere poi vendute ai trafficanti, che hanno seviziato e torturato per giorni queste persone per ottenere danaro dalle loro famiglie, secondo una orribile prassi oramai consolidata.

Read more...

Print
PDF

A 72 anni dalla fondazione di Israele

Una pulizia etnica mai più terminata

In questi giorni i palestinesi commemorano la Nakba, la catastrofe seguita alla distruzione di oltre 400 villaggi, massacri, violenze e distruzioni di ogni genere. Una commemorazione contro il volere di Israele perché vieta la memoria “altrui”: quella palestinese non deve infatti avere visibilità. Le commemorazioni della Nakba non devono inficiare la ricorrenza della nascita dello Stato che ha occupato orami la gran parte della Palestina storica, negato per sempre il diritto al ritorno dei palestinesi profughi, rinchiuso i palestinesi in un lembo frastagliato di quella piccola terra.

Read more...

Print
PDF

Proteste in Germania

Tutti insieme…verso destra!

 

Ci sono state nelle ultime settimane manifestazioni in varie città tedesche - le più significative a Stoccarda e a Berlino l’8 maggio con la partecipazione di migliaia di persone - convocate in nome della “difesa della Costituzione” contro la politica di restrizioni della libertà di movimento adottate dal governo di Angela Merkel.

Read more...

Speciali

fronteggiando



controilvirus

Appelli

appellosanatoria 

 Appello per la sanatoria dei migranti irregolari ai tempi del Covid-19

Leggi e sottoscrivi l'appello qui


iocuro

Io curo - Insieme per la salute

Leggi l'appello

Vedi il video

Per sottoscrivere questo appello contattaci a: iocuro.insiemeperlasalute@gmail.com

visita il nostro nostro blog : https://iocuro.wordpress.com/


appello scuola

Appello contro il decreto della digitalizzazione

Fronteggiare l'emergenza anche a scuola, mettere al centro le relazioni

Leggi l'appello

Vedi il video

Se lo condividi puoi sottoscriverlo alla mail:     alcentrolerelazioni@gmail.com e farlo conoscere, scaricalo qui

 


appellobimbi

Giù le mani dai bambini!

Leggi l'appello