Stampa

BASTA MASSACRI! VIA GHEDDAFI  E IL SUO REGIME ASSASSINO E CORROTTO!
SOLIDARIETA’ CON IL POPOLO LIBICO IN LOTTA PER LA VITA!

Notizie sempre più drammatiche giungono da Tripoli. Il regime assassino di Gheddafi, l’amico intimo di Berlusconi, sta compiendo in queste ore crimini efferati e stragi. Contro la città martire di Bengasi aveva scagliato truppe mercenarie con armi da guerra che hanno sparato su manifestanti inermi e perfino su cortei funebri. Questa ferocia incredibile non è bastata e la rivolta si è estesa alla capitale Tripoli.

Mentre scriviamo, un regime, oppressivo come pochi, si gioca il tutto per tutto: invia i propri aerei da caccia a bombardare i manifestanti! Gheddafi ed il suo gruppo di potere sono mossi da una logica sterminatrice e genocida, in nome della difesa della vita essi vanno fermati immediatamente!

I governi di tutto il mondo, a partire dalla democratica Europa e con l’Italia in testa, hanno finora accennato solo a patetiche dichiarazioni contro “gli eccessi” della repressione. Non possono fermare il loro principale alleato nella guerra contro gli immigrati (che in questi anni ha già provocato ventimila morti in mare) e partner d’affari.

Lo straordinario coraggio e la determinazione delle popolazioni libiche in rivolta per la libertà e la dignità contro l’odiosa dittatura può confidare invece sull’appoggio partecipe dei popoli vicini, che hanno cominciato in questi mesi la rivoluzione araba, e sulla solidarietà e vicinanza umana delle persone comuni che in tutto il mondo hanno a cuore la vita.

L’Italia è uno Stato che ha gravi responsabilità storiche e attuali per le sofferenze del popolo libico. A maggior ragione, in nome della comune umanità che ci affratella, promuoviamo e sosteniamo, ovunque possibile, come oggi a Roma e Milano, iniziative di solidarietà a fianco del popolo libico.
21 febbraio 2011, ore 21