Italian - (it)Español(es)French (fr)English (en)


Lavoro

Imprimer
PDF

contro la repressione e la militarizzazione
della Val di Susa

solidarietà con Luca

Dopo la grande manifestazione di sabato 25 febbraio, il grave incidente che ha coinvolto uno dei leader del movimento NO TAV, Luca Abbà, ci addolora molto.

Mentre esprimiamo la nostra vicinanza agli amici e ai familiari di Luca, augurandoci una sua pronta ripresa, continuiamo a denunciare la logica statale e governativa che vuole a tutti costi portare avanti un progetto dispendioso, distruttivo dell’ambiente e pericoloso per la salute e la vita di tutti noi, un’opera veramente inutile per il benessere delle popolazioni, utile solamente ad aumentare i profitti dei pochi.

Ora più che mai è importante ritornare ai motivi benefici originari di questa lotta, una lotta per la difesa della vita e che ne ha ispirate molte altre in tal senso, pur nelle diverse specificità. È bene non farsi prendere dallo sconforto, dalla disperazione, dalla rabbia o dall’impotenza, che è quello che riesce a suscitare da sempre la politica. Cercano di blandire, di dividere, di screditare fino a far perdere il senso delle proprie azioni di lotta. Reprimono con prepotenza e violenza per portare all’esasperazione. Non ci stiamo ai loro giochi sporchi! È giusto continuare sulla strada del coinvolgimento e del protagonismo popolare attivo e non cercare gesti estremi: la vita e la sicurezza, innanzitutto di chi lotta, deve stare al primo posto nel pensiero e nell’agire individuale e comune.

 

Torino, 27 febbraio 2012 h. 21


 

 

la Direzione Locale torinese di       

   

 

Imprimer
PDF

Mozione votata dall’Assemblea di federazione siciliana

 
L’Assemblea di federazione siciliana sostiene la protesta in atto in Sicilia, che vede una significativa partecipazione popolare e che si batte per la difesa e il miglioramento delle condizioni di vita contro le prepotenze del governo, pur criticando problemi e contraddizioni della protesta stessa. Ci ri-orientiamo grazie alla discussione e alla presa di posizione del Coordinamento nazionale attività primarie ed elementari (che consideriamo un primo e corretto inquadramento del processo in atto) e l’inizio di riflessione tra di noi; ci impegniamo anche a conoscere più profondamente e direttamente la protesta.
(approvata con un’astensione)
Palermo 21/01/2012
 
La posizione espressa dall'assemblea regionale siciliana del 21 gennaio in merito alle proteste degli autotrasportatori e di altri settori popolari che in questi giorni stanno attraversando l'isola, sopra pubblicata, esplicitamente supera il precedente pronunciamento della direzione locale, pure presente sul nostro sito. Cogliamo l'occasione per esplicitare l'errore metodologico della direzione della testata che ha per alcune ore tolto dal sito quest'ultimo pronunciamento, per un intento che ha frettolosamente travisato quale fosse il modo più consono per tenere in conto perplessità e contrarietà espresse in merito da alcuni fra i nostri responsabili e collaboratori. La realtà è che si tratta di una protesta che si presenta con forme e contenuti in un primo momento per noi complessi da interpretare, su cui l'avvicendarsi delle valutazioni espresse sul sito ha costituito la possibilità di avanzare nella riflessione, fino all'ultimo testo votato da Sr in Sicilia, sopra appunto pubblicato.
La Redazione

Ultimo Numero

 • n. 348


dal 18 novembre
al 2 dicembre 2019


 

bannersideconvegno

 

- il pamphlet -

 Mai così tante persone a
Casa al Dono: 850 iscritti, 
di differentei paesi e
provenienze, da una sponda
all'altra dell'oceano...



è uscito
umanesimo
socialista
n.5

us4