Italian - (it)Español(es)French (fr)English (en)

bannercorsibig 



StopRazzismo

Stampa
PDF

i bambini non hanno diritto ad essere curati

Martedì 2 luglio il Consiglio regionale della Lombardia dichiara che i bambini irregolari non hanno diritto ad avere il pediatra. A maggioranza hanno votato contro una mozione presentata dal Patto civico che chiedeva di estendere anche alla Lombardia un diritto già previsto in altre regioni ( Trentino, Liguria, Lazio, Puglia) come stabilito dalla conferenza stato-regioni.
Maria Teresa Baldini della lista Maroni ha dichiarato "i bambini immigrati irregolari invadono il nostro tessuto sociale" mentre Fabio Rizzi, altro leghista, si è espresso a favore della mozione affinché poi i pediatri possano stilare una lista di proscrizione per denunciare i bambini irregolari.
Ha prevalso il razzismo più ignobile, di cui è campione la Lega, perché si scaglia contro i bambini e le bambine, decidendo sulle loro teste e cercando di impedir loro di vivere e di stare bene.

Stampa
PDF

reagiamo alle violenze e al razzismo! 

urge costruire solidarietà  

Palermo. Sono le 19 circa di sabato 23 marzo. In via Ruggero Settimo sfila un'orda disordinata di un centinaio di ragazzi tredicenni (tutti maschi) che sbraitano, lanciano oggetti. Usciti da una discoteca vicina, hanno saccheggiato le bancarelle degli immigrati di origine bengalese. Un ragazzo immigrato viene perfino percosso, riportando una frattura. Un’ esemplare esempio di machismo, bullismo e razzismo che colpisce chi si ritiene debole, chi viene discriminato in questa società perché considerato straniero. Esprimiamo ai fratelli bengalesi colpiti la nostra solidarietà e la nostra vicinanza. Ogni giorno sono costretti a lavorare tra i furtarelli e i problemi creati dalle restrittive ordinanze dell’amministrazione cittadina e della repressione delle forze dell’ordine. Ci rivolgiamo a tutte le persone solidali di ogni provenienza perché urge reagire fin da subito per affermare la nostra comune umanità costruendo relazioni e ambiti di solidarietà antirazzista organizzata che possono essere anche un deterrente a queste violenze, non rinunciando quando necessario, alla legittima autodifesa per il bene di tutti e di ciascuno. Ci rivolgiamo a tutte le associazioni e organizzazioni per tessere una rete cominciando a dar vita ad un Primo maggio di solidarietà e di accoglienza per tutti contro ogni discriminazione e violenza.
Socialismo rivoluzionario Palermo                                   

      

 

Stampa
PDF

(vedi in basso l'elenco delle adesioni aggiornato al 3 ottobre)

appello

Domenica 23 settembre si è svolta a Roma un’assemblea contro il razzismo e per il dialogo inter-religioso, tra i cui partecipanti c'erano Sr, l’A3f, la Comunità dei rifugiati congolesi, altri rifugiati provenienti dal Pakistan e dalla Nigeria. Proposta nei giorni scorsi da Dario Renzi, Mamadou Ly, Renato Scarola, Gianluca Petruzzo e Antonella Pelillo per rispondere tempestivamente, con la pacificazione e la solidarietà, al clima di odio provocato dal video anti-Islam e dai settori estremisti assassini, l’assemblea ha votato l’appello qui riprodotto decidendo perciò di realizzare il 5 ottobre iniziative in varie città, preparate da assemblee locali.

libertà, solidarietà, pacificazione e accoglienza per tutti/e, contro il razzismo ed ogni discriminazione etnica e religiosa

Siamo per la libertà sostanziale di ogni persona ad esprimere il proprio credo nel rispetto reciproco, perciò denunciamo la campagna denigratoria e offensiva che, nascondendosi dietro le libertà formali, è in atto nei confronti delle persone di religionemusulmana. Una campagna che alimenta, inoltre, un’odiosa caricatura razzista dei popoli arabi in genere.
Siamo solidali con le popolazioni che in Siria e nel mondo arabo lottano coraggiosamente per la libertà contro i dittatori locali e le potenze mondiali. Perciò denunciamo l’opera specularmente convergente delle potenze occidentali e di gruppi minoritari estremisti e terroristi – sia occidentali che arabi e di altre zone del mondo - che richiamandosi strumentalmente a motivi religiosi alimentano odio, divisioni e lacerazioni tra persone di differenti credo ed etnie per soffocare il protagonismo e l’azione diretta di milioni di donne e uomini!
Siamo per il dialogo, la convivenza, il rispetto reciproco e lo scambio tra persone di diverso credo e/o etnie.
Siamo per l’accoglienza incondizionata per tutti contro il razzismo e le discriminazioni che stanno operando gli Stati e i governi occidentali.

Libertà e rispetto per ogni culto! Solidarietà con le popolazioni siriane e arabe in lotta per la libertà contro le dittature ed il sistema oppressivo degli Stati! Pieno diritto all’autodeterminazione dei popoli contro le occupazioni militari degli Stati occidentali e dei loro alleati locali! Convivenza e pacificazione tra persone di differenti credo e provenienza per unirsi contro ogni discriminazione e ingiustizia! Per una vera sanatoria senza condizioni per tutti/e gli immigrati e le immigrate.

Approvato all’unanimità dall’incontro di Roma del 23 settembre promosso dai firmatari dell’appello "Per un’ iniziativa nazionale per la libertà, la solidarietà e la pacificazione contro le divisioni tra etnie e credenti ed i pericoli di razzismo”.

Promotori e primi firmatari (lista aggiornata al 3 ottobre):
Dario Renzi (Utopia socialista), Mamadou Ly (Utopia socialista), Renato Scarola (Socialismo rivoluzionario), Gianluca Petruzzo (Associazione interetnica e antirazzista 3 febbraio), Antonella Pelillo (Utopia socialista), Donatella Salina Amine (Associazione Culturale Islamica in Italia, redazione Il dialogo), Marcello Emilio Tomassini (Associazione interetnica e antirazzista 3 febbraio), Michele Santamaria (StopRazzismo), Associazione rifugiati congolesi, Giuseppe Prestipino (Centro per la filosofia italiana), Federico Stolfi, Silvia Tomassini, Padre Carlo D’Antoni (Sacerdote di Siracusa), Circolo culturale proletario di Genova, ALTERNASOL (Alternativa Socialista Libertaria – Repubblica Dominicana), Irene Starace, Associazione Rifugiati Congolesi, Piero Soldini (CGIL immigrazione), Agnese Manca, Usef (Unione Siciliana Emigrati e Famiglie), Enrica Paccoi, Marcello Signorile (Ass. interetica e Antirazzista “ 3 febbraio” - Puglia), Associazione Ayusya (Genova), Germano Monti, Comitato Solidale Antirazzista Zagarolo (RM), Roberto Ferro (metodista, Milano), Michele Natale (esecutivo USB Puglia), Marco Lombardi ( Rsu- Inps Roma Eur ), Loretta Mussi, Marta Leonessi (CSA Il Cerchio, BO), Carla Martignani (CSA Il Cerchio, BO), Giuseppe Mosconi, coordinamento nazionale dei comitati solidali antirazzisti, Luca Marchi (delegato sindacale USB Ikea Corsico), Susanna Verri (Centro studi e ambulatorio medico Fondazione fratelli di san Francesco), Pietro Serina (Ass. 3 Febbraio - Milano), Stefano Aveta (Ass. 3 Febbraio - Milano), Jouwel Rana (Ass. 3 Febbraio - Milano), Marinella Sanvito, Fanos (comunità etiope - Milano), comitato solidale antirazzista Io curo senza confini (ospedale Fatebenefratelli Milano), Socialismo rivoluzionario (federazione Milano), Paolo Dall’Oglio (padre gesuita), Ivana Trevisani (scrittrice e antropologa), don Nicolini (parroco di Bologna), associazione Sopra i ponti (Bologna), Giovani eritrei per la solidarietà e il cambiamento (Bologna),  Marco Tomassini, Antonella Laruccia (direttivo Spi-Cgil- Genova).


 

per adesioni: 06.4463456 – gentesolidale@libero.it

 

 

 

 

bannersideconvegno

 

- il pamphlet -

 Mai così tante persone a
Casa al Dono: 850 iscritti, 
di differentei paesi e
provenienze, da una sponda
all'altra dell'oceano...



è uscito
umanesimo
socialista
n.5

us4