Italian - (it)Español(es)French (fr)English (en)

AdessoLaStoria


Stampa
PDF

Milano, a un anno dalla scomparsa di Rock

un ricordo speciale

La notte bianca della solidarietà, indetta a Milano sabato 30 luglio dall’Associazione 3 febbraio, Socialismo rivoluzionario e Comitati Solidali, ha visto una speciale dedica ad un caro amico e compagno che ci ha lasciato.
Proprio il 31 luglio 2010 accadde un tragico incidente automobilistico che coinvolse cinque nostre compagne e compagni e di lì a pochi giorni Rokssenz perse la vita per le gravi complicazioni dovute allo schianto. Stavano raggiungendo Vallombrosa per la festa di compleanno della Casa della Cultura.
Rock, come tutti lo hanno sempre chiamato, è stato un protagonista della fondazione del Comitato Solidale Antirazzista “Juntos Milano città studi”, un animatore dell’associazione Folks della Casa dello Studente e un caro amico di Socialismo rivoluzionario. La sua intuizione di bene, che traduceva in un’instancabile voglia di aiutare gli altri - fossero i famigliari o gli amici, i suoi compagni o persone appena conosciute - lo motivava nella scelta dell’impegno per la solidarietà e l’accoglienza contro il razzismo.
Ieri sera lo abbiamo ricordato con tutti gli amici e i compagni di Milano e con Simon, Ruth e Mercedes, alcuni dei suoi cari che ci hanno raggiunto da Verona, proprio in quella piazza Oberdan teatro di lotte come quella dei rifugiati del Corno d’Africa, e di iniziative solidali come il I maggio dello scorso anno, preparato insieme allo stesso Rock. Tra canzoni dal vivo e messaggi abbiamo ricordato Rock provando a ricostruire la sua persona e le sue scelte cercando di intrecciarle con i doni che ci ha lasciato, come l’incontro con gli amici di Verona e della Casa dello Studente, e con le sfide che ancora ci attendono per proseguire con forza il nuovo impegno che abbiamo iniziato.
Milano, 31 luglio 2011

Ultimo Numero

• n. 313


dal 9 al 23 aprile 2018


è uscito
umanesimo
socialista
n.4

us4