Italian - (it)Español(es)French (fr)English (en)


sorellanza2019


Stampa
PDF

Crisi di governo: intrighi e miserie della politica


Stiamo assistendo in questi giorni al teatrino della politica, sempre più distante e contrapposta alle esigenze e alla vita delle persone comuni. È il Festival dell’ipocrisia e dell’intrigo, uno spettacolo con risvolti farseschi come le giravolte del truce razzista fascioleghista Salvini. Prima provoca la crisi del governo, poi successivamente ripropone l’alleanza con i 5 Stelle con Di Maio presidente del Consiglio. I 5 Stelle dopo 14 mesi di governo rivendicati con Salvini ora lo attaccano come il peggiore dei mali senza un minimo di autocritica. Come avevamo detto quello 5 Stelle-Lega era un governo di collusione tra una forza genericamente protestataria e empirica ed una razzista e fascistoide. Due forze che si basano sulla cattiveria e la litigiosità. Sono stati cattivi insieme contro gli immigrati, le donne, i giovani e attaccando la libertà di tutte/i. Ma la cattiveria non significa forza perché in primo luogo il truce Salvini sta dando prova di debolezza. Quello a cui stiamo assistendo è una prova dell’irrazionalità del sistema e della politica e di come sia contrapposta agli interessi della gente. Sembra si stia profilando un accordo Pd-5 Stelle che sarebbe un governo diverso dal precedente, meno peggio ma comunque antipopolare. In questo contesto è però possibile ogni irrazionale sorpresa: ci sono ancora settori di 5 Stelle che tifano per un accordo con la Lega e il Pd non è proprio tanto unito. Non sono ancora del tutto escluse possibili elezioni anticipate. Quello che è certo è che dalla politica non ci si può aspettare niente di buono, al massimo il meno peggio.

bannersidesorellanza

-programma-

bannersideconvegno

 

- il pamphlet -

 Mai così tante persone a

Casa al Dono: 850 iscritti, 

di differentei paesi e

provenienze, da una sponda

all'altra dell'oceano...



è uscito
umanesimo
socialista
n.5

us4