Italian - (it)Español(es)French (fr)English (en)

Stampa
PDF

strage terrorista in Sri Lanka

nemici dell’umanità

Una serie di sanguinosi attentati terroristi ha colpito lo Sri Lanka: 8 obbiettivi tra chiese e hotel sono stati colpiti, le esplosioni hanno sinora causato più di 200 morti e 500 feriti tra srilankesi e turisti di diversi paesi. Alla gente comune di quel martoriato paese, a tutti i cari delle vittime e alle comunità srilankesi va la nostra solidarietà e vicinanza. La scelta della data – il giorno di Pasqua – e quella degli obbiettivi indicano la volontà degli autori di colpire per fare quante più vittime possibili e dicono della ferocia dei terrorismi odierni che colpiscono gente inerme. Ancora si ignora chi siano gli autori della strage e il fatto che, in assenza di rivendicazioni, siano possibili diverse ipotesi sugli attentatori dice di quanto sia ampio e articolato il pericolo dei terrorismi oggi, in qualunque paese del mondo. Chiunque siano i terroristi, una cosa è certa: sono nemici dell’umanità e per questo vanno combattuti. D’altra parte, il fatto che già dieci giorni fa il capo della Polizia srilankese avesse allertato su un pericolo di attentati, in particolare nelle chiese, conferma di quanto oggi gli Stati e i loro apparati di sicurezza, nella fase di decadenza e obsolescenza che vivono, non sono in grado di garantire la sicurezza della gente. Non sono per questo meno violenti e bellicisti: il regime srilankese, incapace oggi di difendere le persone dai terroristi, è quello che ha messo fine alla pluridecennale guerra civile con una sanguinaria offensiva militare nel 2009 contro i terroristi delle “Tigri Tamil” (Ltte), che fece strage della popolazione tamil, con almeno 40 mila morti tra i civili (alcune fonti parlano addirittura di più di 100 mila vittime). Per difendere la vita dai diversi terrorismi criminali è necessario confidare sul protagonismo diretto e la costruzione di un tessuto di solidarietà e convivenza interetnica e fra differenti credo religiosi.

21 aprile 2019, ore 19:30

 

bannersideconvegno

 

- il pamphlet -

 Mai così tante persone a
Casa al Dono: 850 iscritti, 
di differentei paesi e
provenienze, da una sponda
all'altra dell'oceano...



è uscito
umanesimo
socialista
n.5

us4