Italian - (it)Español(es)French (fr)English (en)

AdessoLaStoria


Stampa
PDF

Firenze

contro ogni forma di violenza criminale
contro l’odio e il razzismo

La morte del giovane Duccio Dini a Firenze, ucciso da una macchina coinvolta in un inseguimento folle in città, scatenato da una lite, è un atto criminale. Ci sentiamo vicini e solidali alla famiglia e agli amici della vittima di questo ennesimo atto di violenza diffusa.
Ma denunciare i criminali, non può e non deve significare criminalizzare. Invece il fatto che le persone coinvolte nella lite fossero di etnia rom e residenti in un vicino campo, è stato usato da più parti, in primo luogo dalla destre razziste – comprese quelle al governo –, per agitare e scatenare una canea razzista, culminata in un corteo minaccioso che al grido di “vendetta, vendetta!” voleva attaccare il campo, chiedendone la chiusura.
La violenza prolifera nel clima di inimicizia e risentimento razzista che questo governo nutre ed alimenta, con proclami e atti intimidatori, con respingimenti e espulsioni. Viceversa solo l’accoglienza e la solidarietà possono garantire una convivenza possibile, garanzia che la violenza diffusa, la criminalità e l’odio vengano sconfitti.

è uscito
umanesimo
socialista
n.4

us4