Italian - (it)Español(es)French (fr)English (en)

AdessoLaStoria


Stampa
PDF

Senigallia

una storia di ordinario razzismo

Fatima, una donna senegalese, mentre era in prova per essere assunta come operatrice socio sanitaria dalla Cooperativa Progetto solidarietà alla Casa di Riposo Opera Pia Mastai Ferretti di Senigallia è stata vittima di pesanti offese razziste da parte di alcuni degenti: “non mi faccio toccare da te, sei nera”. Questi insulti razzisti sono stati riferiti ai responsabili della cooperativa che, anziché difendere l’operatrice, ha deciso di non stipularle il contratto, promettendole un altro posto di lavoro che Fatima ha rifiutato. Così Fatima, oltre ad essere stata offesa, non è stata assunta. Le esprimiamo tutta la nostra solidarietà e vicinanza. Quella di Senigallia è una triste espressione di come il razzismo cresce e si sviluppa anche dal basso alimentato dalle istituzioni. Un’ulteriore ragione per sviluppare un impegno quotidiano e di lunga lena per cambiare le relazioni, affermare una autentica solidarietà umana e combattere tutti i giorni l’ordinario razzismo che si sprigiona nella società.

è uscito
umanesimo
socialista
n.4

us4