Italian - (it)Español(es)French (fr)English (en)

AdessoLaStoria


Stampa
PDF

Milano: ennesima strage in fabbrica

non è fatalità

Ancora un'altra strage, improvvisa, devastante ed eclatante. Martedì 16 gennaio alla Lamina, una fabbrica di Milano definita "modello", tre operai sono morti e un altro è gravissimo a causa delle esalazioni di un gas inodore a base di azoto e metano. Siamo profondamente commossi e ci schieriamo al fianco delle famiglie e degli amici degli operai deceduti, Marco Santamaria, Arrigo Barbieri e Beppe Setzu.
Anche questo incidente non è stata una fatalità. Il malfunzionamento dei sistemi di sicurezza per la tracotanza e l'incuria padronale, in nome del profitto, hanno generato questa tragedia. Abbiamo bisogno di capire e reagire, assieme, senza abituarsi e subire il fatto che incidenti e morti sul lavoro siano in aumento già dallo scorso anno. Ci impegneremo ancora di più, con tutti coloro che lo sceglieranno, per difendere e incrementare la sicurezza al lavoro, mettendo al centro il bene più importante : la vita e il suo miglioramento.
E' un impegno che non può essere affidato alle Istituzioni Statali, colluse e complici di padroni grandi e piccoli che usano le minacce della precarietà e della disoccupazione per il loro sporco profitto, negando la sicurezza alle persone che lavorano.

è uscito
umanesimo
socialista
n.4

us4