Italian - (it)Español(es)French (fr)English (en)

AdessoLaStoria


Stampa
PDF

Medici Senza Frontiere dice no al governo

Dopo strumentali polemiche politiche volte a screditare l’operato delle Organizzazioni Non Governative che salvano le vite in mare e inchieste giudiziarie vaghe, è giunta la stretta del governo verso i volontari impegnati nel salvataggio in mare. Queste,secondo il codice di condotta a loro imposto non potranno più trasbordare sulle navi della Marina italiana i naufraghi e dovranno ammettere sulle proprie navi personale di polizia giudiziaria armata in attività di inchiesta. A questo si aggiungono altri orpelli che renderanno più macchinoso il salvataggio. MSF e altre ONG tra cui Jugend Rettet ( organizzazione indipendente di giovani tedeschi e di alte nazionalità) hanno detto no. In una lettera al Ministro dell’Interno Minniti, MSF è stata molto chiara nello spiegare dal punto di vista umanitario le sue ragioni. Il diniego è motivato dalla inaccettabilità secondo il codice morale di questa ONG di ricevere sulla nave dove personale armato, e dal fatto che impegnarsi in una lunga traversata per poi sbarcare in uno dei porti italiani i naufraghi,  comporterebbe ore in più di viaggio lasciando così scoperta l’area di ricerca e salvataggio dove operano. Inoltre l’organizzazione contesta l’intera operazione in cui si colloca il codice governativo, che vede l’Italia impegnata con le navi militari nell’appoggio al governo libico per riportare a terra, in un luogo notoriamente pericoloso e violento,  le persone che cercano salvezza nel viaggio. Il loro no quindi è un forte sì all’umanità, all’accoglienza, alla solidarietà. Questioni che il governo italiano e l’Europa degli stati avversano con forza. Siamo a fianco di MSF e sosteniamo la loro posizione in questa vicenda in nome dell’impegno di accoglienza e solidarietà che ci contraddistingue. E’in questo solco, infatti, che stiamo organizzando per il 7 ottobre 2017 una manifestazione nazionale a Roma  per l’accoglienza a tutti i profughi e immigrati, a fianco del popolo siriano e contro le guerre, a fianco delle ONG che salvano le vite in mare.

è uscito
umanesimo
socialista
n.4

us4