Italian - (it)Español(es)French (fr)English (en)

AdessoLaStoria


Stampa
PDF

doppio attentato a Teheran

terrorismo bellico nella capitale iraniana

Continua l’ininterrotta scia di attentati che in tutto il mondo colpisce persone spesso inermi; oggi è accaduto nella capitale iraniana, teatro di un doppio attacco terroristico in due luoghi di Teheran altamente simbolici per il potere: il Parlamento e il mausoleo di Khomeini. I morti sono almeno 12, decine i feriti. Tra le notizie, ancora parziali, vi è quella della rivendicazione da parte dello Stato islamico. Per quanto si sa su dinamica, obbiettivi scelti, presenza di almeno due gruppi di fuoco, appare evidente trattarsi di una espressione del terrorismo bellico che ha già colpito in altre occasioni.
La scelta di Teheran aggrava il già tragico bilancio. In Iran il recente verdetto delle urne ha dichiarato una netta sconfitta dei candidati più reazionari del regime: riflesso elettorale di un diffuso e al contempo vago anelito di libertà. Anche contro di essa esplodono le bombe di oggi.
Soprattutto, però, gli attentati rinfocolano i numerosi scenari di guerra che insanguinano il Vicino oriente. L’Iran, infatti, è una potenza impegnata sul campo in Siria – al fianco di Assad, massacratore del suo stesso popolo – e dietro le quinte in numerosi altri conflitti latenti o conclamati (come in Yemen). La tragedia odierna non può che rinfocolare la fitna, il secolare scontro, riveduto e corretto, che contrappone paesi di cultura islamica sunnita come l’Arabia saudita e sciita come l’Iran. Lacerazioni antiche che si rinnovano e si alimentano in un contesto di crescente competizione bellica di cui le formazioni terroristiche sono a pieno titolo protagoniste. È una realtà e un pericolo che incombe in primo luogo sulle persone comuni di quell’area del mondo ma che ci riguarda tutti e tutte. Una realtà e un pericolo da comprendere nelle origini e nelle conseguenze, contro cui reagire in ragione di un possibile miglioramento della vita insieme, unendosi nella comune umanità differente, vigilando contro una logica di uccidibilità che attraverso guerre e terrorismo irrompe nella vita quotidiana colpendola e cambiandola.

è uscito
umanesimo
socialista
n.3

us2

- indice -

per la difesa della
comune umanità


10mag15 2