Italian - (it)Español(es)French (fr)English (en)

Imprimir
PDF

il meteo come propaganda di guerra

Su Rossija 24, canale televisivo pubblico russo, l’altro giorno le previsioni del tempo sono state dedicate in parte alla Siria. L’annunciatrice ha spiegato che i cieli sarebbero stati limpidi offrendo buone condizioni per le azioni dei piloti dei caccia russi. Il riferimento è agli aerei da guerra inviati da Putin a sostegno del regime stragista di Assad e che sono, da giorni, impegnati a bombardare il territorio siriano, formalmente per colpire l’Isis, mentre nei fatti attaccano indiscriminatamente tutte le formazioni di oppositori di Assad e fanno strage anche di civili.
Se la situazione non fosse tragica, verrebbe da pensare che si è passati da un servizio meteo garantito dall’aereonautica militare (com’è stato per decenni nella televisione italiana) a uno asservito alla propaganda dei bombardamenti. In realtà non si tratta solo di un’espressione greve del rilancio della potenza russa sullo scenario internazionale. Più profondamente, è un’immagine, banale ed agghiacciante, dell’uccidibilità degli stati che invade ed avvelena, praticamente e ideologicamente, la vita quotidiana nei suoi più diversi aspetti. Naturalmente non farà avanzare di un millimetro l’indispensabile lotta contro le bande di Al Baghdadi.

Ultimo Numero

 • n. 345


dal 7 al 21 ottobre 2019


 

bannersideconvegno

 

- il pamphlet -

 Mai così tante persone a
Casa al Dono: 850 iscritti, 
di differentei paesi e
provenienze, da una sponda
all'altra dell'oceano...



è uscito
umanesimo
socialista
n.5

us4