Italian - (it)Español(es)French (fr)English (en)

AdessoLaStoria


Stampa
PDF

Alessandria d’Egitto, strage in nome di dio

Nella notte di Capodanno, attentatori si sono fatti esplodere in una chiesa copta di Alessandria d’Egitto: 21 morti e circa 100 feriti è il tragico bilancio della strage. Ancora una volta esseri umani inermi sono colpiti cinicamente, come spesso e in molti luoghi purtroppo accade, in nome di un dio diverso da quello che stavano pregando.
Il pensiero di solidarietà e vicinanza va alle persone colpite e ai loro cari. La comunità copta è una folta minoranza in Egitto, ed è già stata vittima di aggressioni e violenze nei mesi precedenti.
Nel mondo in subbuglio, mentre l’umanità vive una grave crisi coscienziale, poteri oppressivi (statali e non) fanno leva sulle appartenenze escludenti – politiche, etniche, religiose – per seminare odio. In questi anni si è mossa guerra in nome di dio ad ogni latitudine: ricordiamo l’Occidente cristiano armato contro i popoli dell’Afghanistan e dell’Irak, i sanguinosi conflitti tra Islam sunnita e sciita, il Sudan sull’orlo dell’esplosione, i reciproci pogrom tra cristiani e musulmani in Nigeria.
Queste ferite tremende sono possibili perchè i messaggi di odio trovano ascolto e si ripropongono anche tra le persone comuni che, non volendo riconoscere i propri simili, negano la propria e l’altrui comune identità umana.
Non è un destino inevitabile. Sottrarsi a queste logiche e pratiche di morte è urgente e possibile; ci riguarda tutti e implica cambiamenti profondi e benefici. Significa partire da ciò che ci accomuna come esseri umani, imparare a riconoscersi nell’altro e nell’altra, alimentare una logica di amicizia e dialogo, costruire accoglienza e solidarietà.
 

Stampa
PDF

piattaforma dei Comitati Solidali Antirazzisti


approvata dall'assemblea nazionale dei CSA - Roma, 7 febbraio 2010

1. Siamo uniti ed agiamo assieme per affermare il riconoscimento e la difesa della comune umanità di tutte le persone, quale che sia il loro luogo di nascita e provenienza, la loro lingua, condizione sociale, cultura, etnia e credo e status giuridico.


2. Operiamo affinché si sviluppi una solidarietà materiale e morale a tutto campo verso tutti coloro che giungono in questo paese per necessità o costrizione, rispettandoli come persone e chiedendo loro il rispetto verso le altre persone.

Leggi tutto...

Ultimo Numero

• n. 300


dal 19 giugno
al 10 luglio 2017

Numeri Precedenti

è uscito
umanesimo
socialista
n.3

us2

- indice -

per la difesa della
comune umanità


10mag15 2