Italian - (it)Español(es)French (fr)English (en)

AdessoLaStoria


Stampa
PDF

cattivi, disumani, criminali e razzisti

"Ho ancora gli incubi e i sensi di colpa per quella notte. Quando 120 persone su un barcone sono probabilmente morte annegate avendo la salvezza vicina, dopo aver attraversato deserti e violenze. C'era infatti una nave mercantile che pur sapendo non si è mossa, c'eravamo noi della SeeFuchs, ma il coordinamento della capitaneria italiana a Roma non ci ha dato ordine di andare in soccorso. E noi abbiamo obbedito sbagliando." È questo il racconto drammatico di Giulia Bertoni volontaria della SeeFuchs. (La Repubblica del 20 giugno). La Lifeline con oltre 200 immigrati, tra cui molti bimbi, vaga nel mare ed è a rischio la vita di tante persone, mentre tutti gli Stati le negano accoglienza. È un'espressione tragica della loro disumanità e della loro natura razzista. Mentre accade tutto questo il fascioleghista Salvini dichiara che darà disposizione alla Guardia costiera di non rispondere agli Sos in mare. È un inaudito, esplicito incitamento al crimine, perché rifiutarsi di salvare vite è un crimine nei confronti dell'umanità. Di fronte ai cattivi come Salvini, ai provvedimenti fascistoidi e al razzismo, è tempo di scegliere e di schierarsi per accogliere ed affermare l'umanità, la nostra umanità.

Stampa
PDF

solidarietà con la popolazione iraniana

contro la repressione del regime

A Teheran, davanti alla sede del parlamento, si è svolta una manifestazione contro il carovita e la corruzione del regime. La polizia è intervenuta usando manganelli e gas lacrimogeni contro le persone. Sono mesi che continuano in Iran le manifestazioni di protesta mentre peggiorano le condizioni di vita della popolazione. Denunciamo la repressione poliziesca e siamo al fianco delle persone che lottano per migliorare la vita.

Stampa
PDF

riceviamo e pubblichiamo questo comunicato dall'Associazione 3 Febbraio

 

Aprite i porti alle navi LifeLine e Seefuchs!
Solidarietà a Bouyagui Konate, attaccato dai razzisti a Napoli

 

Ieri, all’assemblea “SOS UMANITÀ”, presso il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, i nostri fratelli immigrati ci hanno detto di quanto è diventata rischiosa la loro vita qui in Italia.
Difatti, è notizia di ieri che il giovane Bouyagui Konate, noto cuoco proveniente dal Mali, è stato attaccato di notte, a Napoli, da un gruppo di vigliacchi razzisti, che gli ha sparato contro. La dinamica è la stessa di un recente episodio avvenuto a Caserta: anche in questo caso, i giovani fascisti hanno accompagnato il gesto urlando: “Salvini! Salvini!”.
La vita delle nostre sorelle e dei nostri fratelli è sempre più minacciata. Avviene in queste ore, a largo della Libia, un altro braccio di ferro sulla pelle di persone che rischiano la vita in mare.
Come hanno ribadito le ONG Lifeline e Sea Eye, l’obbligo di salvare le persone in mare non ha niente a che vedere con le bandiere: chi si imbatte in persone che rischiano di affogare, DEVE salvarle, e portarle nel più vicino porto SICURO, in cui possano ricevere assistenza adeguata: la Tunisia non è attrezzata, Malta è un Paese molto più piccolo e povero dell’Italia, e accoglie già, in proporzione, molti più profughi: l’umanità più elementare, prima del diritto interno e internazionale, e di consuetudini millenarie di soccorso, ci dice che criminale NON salvare le persone.
Solidarietà a Bouyagui Konate e alle ONG che salvano vite in mare! Se loro sono in pericolo, siamo tutti in pericolo!
Per questo saremo oggi al Presidio indetto Venerdì 22 Giugno, alle 17, davanti alla Prefettura di Napoli
Contro razzismo, e disumanità promuoviamo unione e incontro e partecipazione alle iniziative che vanno nel senso di denunciare questi atti indegni e disumani di cui lo stato italiano è causa.
Chi ha a cuore l’umanità si schieri!

Associazione antirazzista interetnica "3 Febbraio" - Napoli

Stampa
PDF

solidarietà con Cathy La Torre

Risale a qualche giorno fa la minaccia di morte a Cathy La Torre, storica attivista e avvocatessa impegnata per la difesa dei diritti del movimento Lgbt a Bologna. Il messaggio sul suo profilo facebook è di una mano che impugna una pistola e chi le ha scritto evidentemente l’ha seguita e conosce le sue abitudini. Non sono le prime minacce che riceve ma questa volta si è decisa a denunciare l’accaduto e a renderlo così più pubblico per reagire alla paura. Tanti sono stati i messaggi di solidarietà e purtroppo anche di malignità irrefrenabile. Esprimiamo tutta la nostra solidarietà a Cathy e siamo con lei nella vitale battaglia per la difesa della libertà di scelta amorosa contro l’omofobia e tutte le discriminazioni. È l’ennesimo gravissimo episodio di intimidazione e di vigliaccheria di chi nascondendosi dietro allo schermo, cerca di intimidire e impaurire, attaccando i più deboli o chi è più impegnato a lottare per difendere la libertà di scelta e la dignità, come Cathy. Dilaga sui social l’imbarbarimento e purtroppo anche nella vita di tutti i giorni, in una normalità intrisa di razzismo, odio ed estraneità tra le persone. Specchio di questi tempi nei quali i razzisti e gli omofobi alzano la testa e il livello di cattiveria. Anche per questo vogliamo unirci ancora di più e reagire, con Cathy facciano nostra la frase: “ Il peso del mondo sono l’odio e l’ingiustizia e io le combatto perché farlo è illuminare il buio “. 

Francesca Riccio

Stampa
PDF

“per sempre in lotta contro Salvini, l’omofobia e tutti i confini”

Questa la scritta di uno striscione portato da due ragazze al Pride di Siracusa e sequestrato dalla polizia.  È un atto gravissimo, un attacco alla libertà di espressione e di manifestazione. Il fascioleghista Salvini, lo stesso che solidarizza con i poliziotti che a Genova uccidono un giovane equadoregno, lo stesso che esulta allo sgombero dei campi rom, lo stesso che attacca chi salva le vite in mare, lo stesso che respinge i nostri fratelli, è il ministro dell’interno che attacca le nostre libertà. Reagiamo e uniamoci per difendere la libertà di manifestare, di esprimersi, di amare, di circolare liberamente, perché la terra è di tutti ed è in gioco la nostra umanità.

Ultimo Numero

• n. 322


dall'8 al 22 ottobre 2018


è uscito
umanesimo
socialista
n.4

us4