Italian - (it)Español(es)French (fr)English (en)


sorellanza2019


Print
PDF

13° fine settimana di proteste a Hong Kong

Nonostante il divieto della polizia e gli arresti, eseguiti nella giornata di venerdì, di attivisti e rappresentanti politici dell’opposizione, sabato 31 agosto migliaia di persone sono scese nuovamente per le strade di Hong Kong. Per aggirare il divieto sono state convocate veglie di preghiera nel centro dell’isola, mentre altre migliaia di persone si sono dirette verso gli Uffici di collegamento del governo centrale cinese, dove si sono verificati violenti scontri con la polizia, e i manifestanti sono stati dispersi dai cannoni ad acqua e da spari di avvertimento. Altri attivisti sono stati fermati e dal 9 giugno, inizio delle proteste, sono più di 800 le persone arrestate, in un crescendo di tensione con il governo locale, ma soprattutto con Pechino, che ha accusato i manifestanti di essere terroristi e ha inviato un corpo d’armata dell’esercito popolare ai confini con la penisola. La minaccia di intervento militare è una minaccia che per ora è rimasta tale: non è una scelta semplice per le ripercussioni a livello internazionale, però a Shenzhen è in corso l’addestramento di corpi paramilitari cinesi alle azioni antisommossa, sono quindi possibili altri scenari. I manifestanti intanto, la maggioranza dei quali sono giovani sotto i 30 anni e quasi la metà donne, continuano a denunciare le violenze della polizia e ieri hanno fatto sfilare una bandiera cinese con le stelle che disegnano una svastica, denunciando con lo slogan #chinazi il mancato rispetto dei diritti umani da parte di Pechino.

Print
PDF

Mediterranea Saving Humans

Fateli sbarcare!

Mentre continua la farsa per conformare il governo PD-5S è ancora in atto il dramma di 34 immigrati/e a bordo della nave di Mediterrana Saving Humans a 13 miglia da Lampedusa. Nella notte di giovedì in condizioni marine avverse sono stati trasbordati grazie all’opera della gente solidale di Mediterranea, al personale medico sanitario e alla Guardia costiera 42 donne e 22 bambini, di cui due bimbi di pochi mesi. Di Maio come punto programmatico del prossimo governo propone spietatamente il mantenimento dei decreti sicurezza e i suoi ministri, Trenta e Toninelli, insieme al ministro della malavita Salvini commettono un altro oltraggio all’umanità negando l’ingresso nel porto di Lampedusa alla Mare Jonio. Un motivo in più, di fronte a tanta cattiveria, per riflettere sul come rilanciare un’idea e una pratica della solidarietà indipendente.
Ci ritroviamo alla Casa della Cultura a Vallombrosa il 28 e 29 settembre per l’incontro di Solidarietà interetnica.

Print
PDF

Gran Bretagna

Lo Stato del caos

Siccome da tre anni non si riesce a risolvere la questione Brexit, che è già costata la carriera a due leader conservatori, il neo premier Johnson (beniamino di Trump) ha avuto una bella pensata: chiudere il parlamento per qualche settimana evitando altre discussioni e favorendo l‘uscita dall‘Europa non concordata con Bruxelles. Eccellente lezione di come funziona la democrazia, autoritaria e prepotente sin dalla sua nascita ma ancor più oggi nella sua fase decadente, perfino in una delle sue culle storiche: se i “rappresentanti del popolo„ sono un ostacolo possono essere azzittiti senza contravvenire alle regole e perfino con il beneplacito di Sua Maestà. Il risultato però non è quello desiderato: si moltiplicano le manifestazioni di protesta; su Downing Street fioccano i ricorsi; la Scozia è a sua volta in odore di separazione dall’Inghilterra; decine di personalità della cultura e perfino dello spettacolo rilasciano dichiarazioni furibonde. Insomma, il caos cresce e la prepotenza democratica pure.

Print
PDF

Sinistre e Governo

Attenzione al Signor C.

Giuseppe Conte ha giocato bene le sue carte dicendo qualcosa di sinistra ha guadagnato proseliti nella frammentata sinistra italica. In queste ore ha ricevuto l’incarico per conformare il governo PD-5S con l’appoggio di Leu (anche se non è detto vada in porto viste le ultime affermazioni di Di Maio). Il teatrino della politica è diventato il teatrino dell’assurdo. Norma Rangeri de il manifesto spera di ridare centralità al Parlamento anche se tra Pd e 5S è palese una “rivalità molto forte, un odio vero, un risentimento profondo, un’avversione violenta e cattiva”. E come possa gente che si odia fare qualcosa di buono per gli altri, per le/gli immigrati è un mistero. Mario Acerbo, di Rifondazione Comunista avversa chi si oppone all’alleanza giallo-rossa dicendo: “Chi dice che non ci si può alleare con chi è stato in questi 14 mesi con la Lega dimentica che il Pd ha governato con Berlusconi e Verdini.” Traduciamo: il nemico (Pd) del mio nemico (Lega) che si è alleato con il mio nemico (Berlusconi) è mio amico. La politica di sinistra è finita in barzelletta. Anche in diversi centri sociali c’è chi si illude o spera in un governo meno peggiore di quello precedente. Ci sono governi meno peggiori ma “Non ci sono governi amici” diceva lo slogan dei movimenti autentici. La strada maestra per difendere la vita e la libertà dei propri spazi è l’indipendenza, l’idealità, la lotta.

30 agosto ore 17.35

Print
PDF

Prese in giro ed ipocrisia pentastellata…

Con la nomina di Conte si sta andando alla conformazione di un nuovo governo 5 Stelle-Partito democratico che si annuncia padronale e antipopolare. Ipocritamente i 5 Stelle a cose fatte, dopo aver già concluso l’accordo con il Pd, lo sottoporranno al voto nella Piattaforma Rousseau della Casaleggio Associati. Che presa in giro…! Spacciano un click di smanettoni del blog per democrazia diretta… e il massimo dei voti nella piattaforma è stato di 57.000 iscritti: contano più del voto di milioni di persone? C’è da chiedersi se faranno come nel caso dell’incriminazione di Salvini per la vicenda della nave Diciotti; in quel caso il quesito era posto in maniera ingannevole e guarda caso ci furono guasti tecnici, attacchi hacker, attese snervanti e fu fatto di tutto per evitare un voto che dispiacesse al fascioleghista Salvini. Al di là delle chiacchiere e della demagogia i pentastellati in un anno hanno dimostrato di essere a loro agio con il truce fascioleghista Salvini e imbevuti di ipocrisia e trasformismo proprie di quella “vecchia politica” che dicevano di voler combattere.

Ultimo Numero

 • n. 342


dal 29 luglio
al 9 settembre 2019


bannersidesorellanza

-programma-

bannersideconvegno

 

- il pamphlet -

 Mai così tante persone a

Casa al Dono: 850 iscritti, 

di differentei paesi e

provenienze, da una sponda

all'altra dell'oceano...



è uscito
umanesimo
socialista
n.5

us4